Grande ritorno a Trasimeno Blues della leggenda della musica Soul e Funk Martha High & The Italian Royal Family

Venerdì 22 luglio – Castiglione del Lago

Rocca Medievale – ingresso € 12,00

Riduzioni: under 18 € 8,00 – under 6 ingresso gratuito

Prevendite: www.ticketitalia.it

ore 21:30 FRANCESCO PIU BAND special guest DAVIDE SPERANZA

a seguire

MARTHA HIGH & THE ITALIAN ROYAL FAMILY

Martha HighUna leggenda della musica Soul e Funk: background singer di James Brown per oltre trent’anni, testimone di alcune delle decadi e degli eventi più infuocati della musica e cultura nera americana e non solo. Martha High era con James Brown al famoso concerto di Boston Garden nel 1968, la notte dopo l’assassinio di Martin Luther King, era anche al suo fianco quando James volò attraverso il pericoloso cielo del Vietnam per intrattenere le truppe statunitensi. Per non parlare di The Godfather of Soul in Zaire, che celebra e si esibisce al leggendario “Rumble in The Jungle “ davanti a oltre 60.000 persone. Martha era una vera amica, confidente e sostenitrice di “The Godfather of Soul”, ma anche troppo giovane e timida per superare le altre dive del Soul e prendere il centro della scena.

 

Martha High si è esibita per capi di stato ed imperatori, una carriera che copre oltre 4 decadi e che non accenna a fermarsi. Ha collaborato con leggende del calibro di Little Richard, Jerry Lee Lewis, The Temptations, Aretha Franklin, B.B. King, Steve Wonder, Prince, Michael Jackson, Gorge Clinton e Roy Ayers, guadagnandosi così sul campo lo pseudonimo di “HARDEST WORKING LADY IN SHOW BUSINESS”.

 

Dopo una lunga collaborazione come lead vocalist nell’orchestra di Maceo Parker, infatti, Martha High ha finalmente deciso di intraprendere la carriera solista e ha registrato l’album che ha sempre voluto fare. “Singing For The Good Times” per la Blind Faith Records, premiato ai Memphis Blues Awards, è composto da undici originali brani prodotti e arrangiati da Luca Sapio, l’ambasciatore del Soul italiano, nell’unico modo in cui questa musica dovrebbe essere registrata, completamente in analogico. Dopo tre anni esce “Nothing’s Going Wrong” ancora per Blind Faith Records e ancora una volta prodotto da Luca Sapio. Le canzoni evocano i migliori suoni dell’epoca d’oro del Soul del sud, uniti ai paesaggi sonori delle colonne sonore italiane degli anni ’60. Infusi insieme, i due stili creano un capolavoro Funk/Soul, che mostra uno degli indiscussi tesori nascosti dell’anima di Martha High. Durante i suoi concerti si assiste a uno spettacolo energico e raffinato, una full immersion di black groove!

 

Formazione: Martha High: voce; Luca Sapio: voce; Valerio Guaraldi: chitarra; Claudio Giusti: sax e flauto; Antonio Padovano: tromba; Matteo Bultrini: batteria; Giovanni Agosti: tastiere; Giuseppe Romagnoli: basso.

 

Opening Act:

FRANCESCO PIU BAND special guest DAVIDE SPERANZA

FRANCESCO-PIUUna miscela esplosiva di BluesFunk e Soul in chiave acustica: questa la formula del sound di Francesco Piu, pluripremiato cantante e chitarrista sardo nato nel 1981. Accompagnando la propria voce con strumenti quali chitarra acustica, dobro, weissenborn, banjo, lap steel e armonica, questo giovane bluesman negli ultimi anni si è ritagliato uno spazio di rilievo nel panorama del Blues italiano ed internazionale.

“Peace & Groove” è il titolo del suo ultimo album uscito a Novembre 2016 per Appaloosa Records e subito inserito dalle riviste specializzate tra i migliori dischi dell’anno. Nato dalla collaborazione con lo scrittore Salvatore Niffoi, questo suo quinto lavoro rappresenta un ulteriore svolta verso sonorità più Soul e Rhythm’n’Blues, con la presenza di alcuni tra i migliori musicisti italiani di Black Music.

Partecipa ai più importanti festival in Europa e ha l’onore di aprire concerti per grandi artisti quali John Mayall, Jimmie Vaughan, Robert Cray, Charlie Musselwhite, The Derek Trucks Band, The Fabulous Thunderbirds, Joe Bonamassa, Larry Carlton, Robben Ford e condivide il palco con artisti del calibro di Tommy Emmanuel, Eric Bibb, Roy Rogers, Guy Davis, Bob Stroger, Andy J.Forest, Sugar Blue, Watermelon Slim, Fabio Treves, Kevin Welch, Van De Sfroos, Sandra Hall, Eugenio Finardi e molti altri.

 

Nel gennaio 2010 rappresenta l’Italia all’International Blues Challenge di Memphis. Il 28 maggio 2015 suona al Parlamento Europeo di Bruxelles nell’ambito della conferenza stampa di presentazione dell’ European Blues Challenge 2016.

 

francesco piu bandIl suo disco d’esordio è “Blues Journey” (2007) dove suona tutto da solo. Il secondo, “Live at Amigdala Theatre” (2010) in trio, supportato da batteria, percussioni ed armonica. Nel 2012 sarà Eric Bibb a produrre il suo terzo album “Ma-Moo Tones” che consacra definitivamente Francesco Piu nella scena blues nazionale e gli apre le porte per esibirsi live in tutta Europa.  Nel 2014 esce il suo quarto album “Live at Bloom” nel quale Francesco sperimenta sonorità più elettriche. Nel 2015 inizia con il primo vero e proprio tour negli Stati Uniti che lo porta ad esibirsi in Mississippi, Tennessee e California e a registrare nel mitico Sun Studio di Memphis. “Peace & Groove” è il titolo dell’ album che esce a Novembre 2016 per Appaloosa Records e viene subito inserito dalle riviste specializzate tra i migliori dischi dell’anno. Nato dalla collaborazione con lo scrittore Salvatore Niffoi, questo suo quinto lavoro rappresenta un’ulteriore svolta verso sonorità più Soul e Rhythm’n’blues, con la presenza di alcuni tra i migliori musicisti italiani di Black Music. Con “Crossing”, nel 2019, Francesco porta idealmente Robert Johnson e i suoi brani leggendari nel Mediterraneo attraverso la sua voce e lo slide della sua chitarra elettrica, li colora con le percussioni africane e medio orientali, le corde arabe, greche, l’elettronica e i suoni ancestrali della Sardegna (launeddas e canto a tenore). Nel 2021 “Live in France” vuole celebrare, oltre che il ritorno sui palchi dopo lo stop legato al covid, la fratellanza coi musicisti che lo affiancano nella formazione dei Groovy Brotherhood (Roberto Luti, Davide Speranza, Silvio Centamore), dando una nuova veste ai suoi brani.

 

DAVIDE-SPERANZADAVIDE SPERANZA è un artista Blues dallo stile unico e personale. Suona l’armonica diatonica e cromatica ed è endorser e dimostratore ufficiale Hohner. È frontman della Davide Speranza Band, session man in studio e dal vivo ed Insegnante di armonica a bocca, oltre a tenere seminari e showcase.

 

Ha suonato nei principali Blues festival nazionali ed europei. Ha collaborato con Fabio Treves, Roberto Ciotti, Rudy Rotta, Nick Beccattini, Aida Cooper, Francesco Piu, Paolo Bonfanti, Mauro Ferrarese, Marco Pandolfi, Veronica Sbergia, Roberto Luti, Angelo Leadbelly Rossi, Cyborgs, Guitar Ray and the Gamblers, Charlie Musselwhite, Eric Bibb, Sugar Blue, John Popper, Billy Branch, Popa Chubby, Mike Zito, Moreland & Arbuckle, The Royal Southern Brotherhood, Super Chicken, Trombone Shorty, Andy J Forest, Fiona Boyes, Randolph Mattews, Kyla Brox, Grayson Capps, Kasey Landsdale.

 

Formazione: Francesco Piu: chitarra e voce; Davide Speranza: armonica; Paolo Succu: batteria.